Stampa questa pagina
Differenza tra stampa digitale e offset Differenza tra stampa digitale e offset

Differenza tra stampa digitale e offset

4 Agosto 2019
Scritto da 
Letto 1127 volte
Pubblicato in Differenza tra...

La stampa offset si basa su un metodo chiamato planografico perché i cosiddetti grafismi e contro grafismi sono sullo stesso piano e si caratterizza per l’impiego di tre cilindri a contatto tra loro. Il meccanismo di funzionamento è molto semplice. Dei rulli bagnatori rilasciano sulla forma di stampa (lastra) una sostanza acquosa che si deposita sui contrografismi (le parti che non si riproducono sulla carta). La lastra, successivamente, viene inchiostrata dai rulli inchiostratori. L’inchiostro si deposita solo sui grafismi (le parti che si riproducono sulla carta), in quanto i contrografismi sono stati precedentemente bagnati d’acqua. L’inchiostro passa poi dalla lastra al cilindro fatto di caucciù con l’aiuto di un cilindro che crea pressione e così si trasferisce sulla carta. La lastra non viene quindi a contatto diretto con il supporto sul quale si andrà a imprimere l’immagine. Per tale ragione si tratta di una stampa indiretta da cui deriva infatti il nome “offset” (fuori contatto).

Con la stampa digitale invece non si usa alcuna matrice perché il file viene rielaborato dalla stampante in maniera digitale e impresso direttamente su carta per ogni copia: questo spiega anche perché è possibile cambiare al volo dei dati, operare correzioni o fare delle prove senza dover ogni volta ricreare un supporto intermedio.

Prima di poter scegliere tra un metodo o un altro bisogna guardare alcuni fattori importanti come: la tiratura, il costo, il tempo e la qualità. Per tiratura si intende il numero di copie che si desidera stampare. Se la stampa offset permette di stampare tirature di medie e grandi dimensioni senza però nessuna possibilità di personalizzazione, la stampa digitale, invece, ha la caratteristica di poter stampare a partire dalla singola copia personalizzando via via il progetto. Il costo per la stampa offset è inversamente proporzionale al numero di copie stampate, il che porta ad avere un alto costo di partenza, che diminuisce nel caso di un alto numero di copie stampate. La stampa digitale invece mantiene il costo della singola copia elevato, ma avendo la possibilità di stampare quantità limitate, su richiesta ed in tempi brevi, viene spesso preferito. La stampa offset richiede tempi più lunghi per la preparazione delle macchine e per il giusto settaggio, mentre questo non avviene per la stampa digitale. E infine nella qualità di stampa il metodo offset è superiore rispetto a quello digitale nonostante quest’ultimo abbia ormai fatto passi da gigante.

 

Richiedi un preventivo di stampa